LA MIA VOCE

10 giorni fa:
"Buongiorno oncologia ****, dica…"
"Buongiorno sono la ZiaCris, dovrei prenotare il controllo con il dottor ZA, il controllo, mi ha detto lui di chiamare questo numero per fissare l'appuntamento"
"Bene ZiaCris, mi sono segnata i suoi dati, la richiamiamo".
Mi sono lasciata convincere, non ho ribattuto, e ho confidato in loro.
5 giorni fa:
"Buongiorno oncologia ****, mi dica.."
"Buongiorno sono sempre la ZiaCris, ho telefonato 5 giorni fa per fissare un appuntamento, mi è stato detto che avrebbero richiamato, ma non ho ancora sentito nulla"
"Bene ZiaCris, vedo qui l'appunto della sua precedente chiamata, ma in questo momento N non c'è, ma nel giro di un paio di giorni la richiamiamo…"
"Capisco, ma vorrei sapere più o meno quando mi fisserete l'appuntamento, tanto più che il dottor ZA mi deve fissare altri esami" (E lì cominicavo ad impaurirmi, ma non volevo diventare ignorante)
"Lo so, immagino che lei abbia anche un po' fretta, sto guardando tutto il suo curriculum e capisco che lei deve essere controllata al più presto, ma sa….con i tagli siamo rimasti a corto di personale, e i pazienti invece, anzichè calare, sono aumentati".
"Capisco, capisco, ma provate anche voi a mettervi nei nostri panni, non si parla di raffreddori, comunque aspetto una sua telefonata"
"Grazie ZiaCris, fossero tutti comprensivi come lei" (Aspetta a dirlo, non siamo ancora arrivati in fondo).
Ieri ore 10
"Buongiorno, sono la ZiaCris, sto aspettando l'appuntamento"
"Certo, vedo che è già in programma la richiamo e le so dire".

Mi si è chiusa la vena, mi è partito l'embolo e lì è uscito l'ignorante che dorme dentro di me:
"Senta, lei non ha idea di con chi ha a che fare, veda di richiamarmi al più presto, altrimenti io la metto in condizione che, tutte le volte che suonerà il telefono, le venga un attacco di orticaria".

Ieri ore 16:
"ZiaCris, buon pomeriggio, sono N, le volevo confermare, se le va bene, l'appuntamento per il 2 novembre? Va bene? Alle 10,30 va bene? Lei lo sa, vero, che l'orario è puramente indicativo? Ah, bene lei sì che è comprensiva, la ringrazio della sua disponibilità e arrivederci al 2 novembre"

Ma perchè? Perchè?

16 pensieri su “LA MIA VOCE

  1. quando ci vuole ci vuole, zia cris…non stiamo mica curando un raffreddore!
    lo stesso vale per me: questa mattina ho fatto la voce grossa con l'oncologa, e si, mi usate come cavia, ok…e allora se vi dico che ho determinati problemi , problemi che mi fanno vivere male, fate gli accertamenti…allora…
    non ho parole…. solamente tanti diavoletti tra i capelli,
    ti abbraccio forte e cerchiamo di stare serene e di volerci un po più di bene
    cenerentola

  2. Incredibile…o forse molto credibile! Con la nostra sanità (seppur non si può fare di tutta un erba un fascio….) non si può davvero curare nemmeno un raffreddore….
    una mia carissima amica ha fatto l'agospirato a un nodulo tiroideo il 23 settembre, all'accettazione ci è stato detto: "…per tenerci larghi, gli esiti tra 15 giorni…" ad oggi, nulla (sic!).
    Quanta pazienza! Ma guarda caso quando si alza un po il tono, si trova subito la soluzione: è una lotta continua, davvero….
    Rita

  3. Cris…..ricordo una cosa….

    qualcuno (e non dico il nome per pudore….non è bene dire brutte parole nel web) disse che l'informatizzazione per il riconoscimento delle invalidità avrebbe velocizzati i tempi….

    beh..ricordo che quando mia moglie si operò di cancro…senza informatizzazioni……giro 20 giorni ebbe tutto…..legge 104, invalidità ed addirirttura il tagliando sull'auto….

    1 anno dopo……….con la informatizzazione……..(che velocizza i tempi) .dopo ben 240 giorni di attesa……..abbiamo ……..semplicemente perso tutto…….

    Ci hanno detto……faccia ricorso…………tanto questi ricorsi li vincono tutti……..

    Abbiamo deciso che…..non avevamo tempo per fare ricorsi……il nostro tempo vale troppo………per dedicarlo a quegli ignoti qualcuno…… che vivono per mettere firme….

    Scusami se ho rubato spazio al tuo blog per sfogarmi…..
    era solo..con troppe parole…..un modo per dirti..
    TI CAPISCO……

    ti voglio bene Cris…

    Ciao

    A.

    Che dirti………

  4. Io la prendo alla lontana…I tagli alla Sanità, no per favore.
    E quando si assume una persona che avrà a che fare con persone malate, si dovrebbe inventare un test per testare l'umanità.
    In ogni caso chapeau ZiaCris, per la pazienza, l'insistenza e l'autocontrollo che io non avrei saputo avere.
    Sintonizzata sul 2 novembre per te.
    Un bacio grande

  5. Perchè non hai minacciato l'orticaria fin dalla prima telefonata?

    Scherzi a parte è anche vero che i tagli sono stati tremendi ma è anche altrettanto vero che c'è un sacco di gente che lavora con quella parte del copro che normalmente dovrebbe stare appoggiata ad una sedia…

  6. aries basterebbe che spazzasse i corridoi dell'ospedale

    cenerentola ma io sono serena, basta che non mi facciano arrabbiare

    Rita io mi sono arrabbiata e spaventata perchè qui in Emila non mi ero mai scontrata con un realtà del genere, è la prima volta, forse dovrò farci l'abitudine, ormai dopo 8 anni fisicamente sono guarita tanto

    ilmare è una realtà alla quale  dobbiamo abituarci, altrimenti dobbiamo fare la rivoluzione

    julia questo post è nato dopo la nostra conversazione telefonica

    sottolestelle a volte mi viene da dire che si stava meglio quando si stava peggio. Non ti sucsare, sei sempre il benvenuto per qualsiasi cosa, solidarietà o sfogo

    miss oper me è diventata la normalità diventare ignorante

    agrimonia va benissimo, così non ci sarà nessuno, saranno tutti alle commemorazioni o da qualche parte a fare riti scaramantici, io non sono superstiziosa

    ilviandante no, purtroppo è la triste realtà

    wolkerina se vuoi ti do lezioni aggratisse…..mi viene motlo bene fare l'ignorante, sia di persona che al telefono quando mi sento calpestata

    cautelosaa me premeva la data

    mammaoggilavora esponimi il problema ,poi chiamo io

    roccetta alemo avesse fatto finta di non spaere che avevo già telefonato diverse volte

    ginT è stata la paura a farmi reagire così, la paura del controllo, degli esami, è un mix esplosivo e, nonostante siano già passati 8 anni, c'è sempre qualche magagna ad ogni giro, che loro medici voglio tenere sotto controllo, poi alla fine non mi fissano l'appuntamento, e io lì mi spavento tanto, perchè non essendo medico non so quanto sia dacontrollare questa macchia, loro mi dicono di stare tranquilla, però la dobbiamo controllare, è quel però lì che fa scattare l'ignoranza in me

    paluca perchè ho voglia di divnetare normale e intelligente pure io, non voglio tirare sempre fuori la mia anima tamarra e ignorante, io ci provo ma alla fine non riesco a controllarmi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.