APRIRE GLI OCCHI

E’ stata dura questa mattina aprirli e metter a fuoco la realtà.
Ma poi tutto si è risolto,ho ripensato alle parole del dottor ZA, alla sua fiducia e mi sono detta che, se proprio proprio ci fosse da ricominciare a litigare con un cancro, questa volta sono preparata, pronta a prenderlo a male parole e non sono sola.
Se proprio proprio fosse, gli stronchiamo la carriera ancora prima di nascere.
LUI non ha idea di con chi ha a che fare.

E queste mi riflessioni, questi miei pensieri mi aiutano a ritrovare il sorriso, a non pensarci e a godermi la frenesia della preparazione delle valigie, il giro incentro ieri, l’ora e più passata in Sala Borsa e tutte quelle piccole grandi cose che rendono la vita normale e speciale.
So che a fine gennaio dovrò fare un’altra eco di controllo, so che è già tutto programmato nel caso ci sia da dichiarare guerra e siamo tutti pronti con le armi e i denti affilati.

15 pensieri su “APRIRE GLI OCCHI

  1. Giustissimo, goditi preparativi e viaggio…
     E se guerra dovrà essere (ma anche no!), che guerra sia!!….non sei sola, questo mai.
    Un bacio grande grande

  2. brava, goditi appieno questo tempo normale e speciale, a gennaio si vedrà, non sarà così, ma se proprio proprio fosse, ce la farai di nuovo. saremo in tanti con te. un abbraccio fortissimo

  3. Forza Cris che tutte insieme siamo un bell'esercito tostarello…
    E magari poi non ci sarà nemmeno bisogno di sfoderare le armi, ma solo di sorridere per il sollievo.
    Io spero che finirà così, in ogni caso al tuo fianco sempre e comunque! 

  4. (Cris, sono sempre un po' titubante nell'affrontare questi argomenti, ma lo faccio lo stesso.)
    Mi viene da pensare a mia suocera e un mio cognato (o meglio: cognato di mia moglie).
    Gianni scoprì un cancro in stadio avanzato (scemo: per un anno aveva ignorato gli avvertimenti di mia moglie, medico ANT). Mi ricordo quanto e quanto spesso mia suocera compiangeva la probabile sorte di suo genero.
    Be', sì, Gianni morì (sarebbe stato evitabile, preso in tempo…), ma il Fato ha uno strano senso dell'umorismo: la suocera morì molto prima, non di cancro…

  5. Ciao Ziacris perchè fasciarsi la testa prima di rompersela? così diceva mia nonna (donna saggia).  Se servirà lottare si lotterà, ora rilassati non pensare a gennaio. C'è tempo  e allora come più volte ci ha detto Anna Lisa viviamo giorno dopo giorno. Vai in vacanza? e allora goditi questo periodo pensa un poco a noi e ….. un abbraccio e buon viaggio a presto un grosso bacio Raffaella

  6. Con questo atteggiamento parti già con almeno un paio di lunghezze di vantaggio… secondo me il tuo avversario non si presenta nemmeno e ti dà partita vinta!

  7. rita i preparativi vanno avanti e alla "guerra" ci penserò poi

    wolkerina un tempo normale a banale che fa tanto bene, poi mi sa tanto che lunedì chiamerò per avere un chiarimento in più….

    camden  è la forza dell'unione che mi dà la spinta per sorridere e per non considerarlo

    ilmare non sono io che traggo conclusioni, sono i medici che le ipotizzano

    delphine grazie

    laila e a muso duro

    lazorra io lo chiamo controllo, loro lo chiamano "muoviamoci prima che si trasformi"

    lipodotata grazie mille per gli auguri e che viaggio pieno di risate sia

    MaxFerri è quello che mi dico sempre io: che morirò a 100 anni solo se mi pare…e lì il Ferrari sbianca….

    raffaella non mi sto fasciando la testa, ho messo in parole povere quello che mi èstato detto dall'oncologo e dal radiologo

    paluca secondo me il mio avversario si mette a dormire e non ci pensa nemmeo a trasformarsi

  8. Non diciamo scemenze, pls. Gennaio è gennaio e tu sarai bella e agguerrita, con tutte noi dietro a fare tutte quelle smorfie che fanno in nuova zelanda quando giocano al pallone. Adesso è novembre è c'è Boston e ci siamo tutte noi dietro che sorridiamo e siamo virtualmente con te (mannaccia!! magari fosse anche fisicamente!! a me Boston piace un sacco!!). Vai!! stai bene e divertiti

    (non è questa la lezione di Annalisa???)

    tournante

  9. In bocca al lupo.
    Ma fai come Obama – inizia strategie di alleanza, acquista armi, disegna bene la stragegia, rinforzati dentro e fuori, rafforza i tuoi legami e crea solide basi per vincere la guerra.
    E ricordati di vedere a Lui armi contraffatte, tipo baionette difettose che sparano all'indietro, come quelle vecchie della prima guerra mondiale.

    Un abbraccio

  10. tournante non le dico le scemenze, riferisco quello che mi èstato detto e quello a cui ho pensato, ma stamattina ho chiamato per maggior sicurezza. Boston è molto molto bella, speriamo che la stagione sia clemente

    chantilly ho adottato la strategia del non pensarci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.