VITA SOCIALE

Con 50 cm. di neve, ma forse sono anche qualcosina n più, ma mi fido di quello che riportano i quotidiani.

Si risolve in ben poche occasioni, ma quelle poche sono preziose e assaporate fino in fondo.

Un passeggiata sotto ai portici di Bologna resi scivolosissimi dal picio-pacio della neve.

Una pizzetta da Altero, poi via di nuovo alla ricerca del mezzo pubblico per rientrare a casa.

La voglia di mangiare una zuppa calda in compagnia, ma poi accantonare l’idea e la zuppa calda con i crostini la mangi con il Ferrari e ha tutto un altro sapore, ha il sapore di casa, il sapore dell’affetto.

Ed infine una chiara e luminosa mattinata che ti spinge ad uscire, fuori il freddo è pungente e attanaglia, ma è secco, asciutto e si riflette su tutto il bianco che ti circonda e allora si esce, una passeggiata attraverso i parchetti del paese per raggiungere il bar, mangiare una brioches e bere un teà caldo.

E al rientro la voglia di fare, di leggere, di uncinetto, di calore e ancora il riflesso del sole sulla neve ghiacciata che illumina lo sguardo.

12 pensieri su “VITA SOCIALE

  1. Che bello zia Cris, hai descritto così bene qui freddo, ma c’é il sole ci sono 9°…e per essere marocco é freddooooo!!!!
    Se pensi che poi dove vai non c’é riscaldamento..hai capito cosa intendo!!! baci!!

  2. Freddo, freddo, ma che freddo!!!!!!!!
    Zuppa, minestra, brodaglie anche ieri sera, ma stasera cenetta con nipote E. la grande, pastasciutta al ragù (preparato dal suo MaschioAlfa), e tante verdure preparate dalla sottoscritta, finocchi caldi, broccoletti, peperonata, carciofi crudi, affettati e fromasc, e delle belle perine al forno.
    Mi piace l’immagine di riflesso del sole sulla neve ghiacciata che illumina lo sguardo, dà calore.
    4p

  3. Cara Zia Cris,
    grazie per i tuoi post mi fanno cosi compagnia e sentir ancor piú vicina alla mia amata Emilia bella bellissima con o senza neve …
    Anche qui nel nord Europa in terra straniera -12 oggi ma cielo azzurro … vorrei starmene tanto al calduccio di questa casa dalle mura spesse ma il lavoro aspetta quindi imbacuccate si va cercando di evitare come in una gincana lo stress ed i mille pensieri che assillano.
    Un abbraccio di coccole calde calde
    B.

  4. Cara mi fa piacere che ti possa far sentire l’Emlia più vicina, in questi giorni assomiglia tanto alla tua città del Nord, stamattina non si scherzava, qui in campagna il termometro ha toccato -15 e dove hanno sparso sale c’è un picio pacio faticosissimo , camminare lì sopra è un’impresa, fai un passo avanti e due indietro, è uno stress, una fatica immane, ma bisogna andare a piedi, spostare le auto è un’opera immane e poi, quando arrivi a destinazione, non sai dove parcheggiarle, perchè i cumuli di neve sono alti e tanti…vedremo come andrà a finire

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.