REINSERIMENTO

Ho ricominciato a portare la Tata a scuola la mattina.

E questo mi mancava tanto, mi mancava il suo sorriso e il suo essere bambina dolce e riposata al mattino.

Mi costa fatica fermarmi a parlare con le altre mamme, il dover sorridere e il dovermi interessare ai loro discorsi.

Il reinserimento in società è difficoltoso, ho apprezzato il mio muovermi da sola degli ultimi 15 giorni, senza orari senza obblighi nei confronti di nessuno, tranne che me stessa.

Io mi faccio compagnia anche da sola.

Giusto per non parlare sempre e solo del terremoto.

9 pensieri su “REINSERIMENTO

  1. A volte penso di essere asociale, però dopo le ore lavorative in cui devi per forza parlare con le persone, lo stare da sola mi piace tanto.
    Bello Cris che hai ripreso con le tue abitudini, soprattutto con la Tata

  2. io più che orsa sono un muro… una porta di prigione…prima riuscivo a sforzarmi di far conversazione con persone con cui non ho particolare affinità, ora sempre meno…
    felice che tu sia tornata ai tuoi ritmi con la Tata

  3. … come ti capisco mia cara ziacris … a volte mi sembra di esser diventata misantropa …
    passerà anche questo momento, di dolori e rabbie latenti e bisogno di solitudine … passerà …
    Nel cuore
    B.

  4. E’ una bella alternanza la mia.
    Però devo dire che parlare non mi dispiace. Dipende da come, quando, e da come sto.
    Se sto bene “ciacolare” non mi da fastidio.
    Quando sto troppo in silenzio c’è qualcosa che non va e alè la mente viaggia alla grande e non per forza sempre in maniera positiva, anche qui dipende.
    Son difficile lo so, a volte canto, rido, parlo da sola che vuoi che ti dica, la stabilità “mentale” non è nel mio dna, la stabilità organizzativa invece abbastanza, sono piuttosto abitudinarissima, l’imprevisto mi sconvolge, mi agita, mi spiazza e devo far mente locale sempre di più durante gli anni che passano e poi mi adatto, molte volte subendo altre incazzandomi come una pazza.
    Sai che non so perchè ti ho scritto tutta sta pappardella, bo’ sarà che il pc in questo momento funziona ed è tutto mio che non mi par vero.
    Venerdì parto per dieci giorni, vado in Sicilia al paese di mio marito, con mia cognata e il suo consorte. Disfiamo tutti gli scatoloni che abbiamo spedito dopo la morte di mia suocera, un po’ di tutto e di più. Mi aspettano dei bei giorni lavorativi e poi il parentado con le condoglianze varie.
    Speriamo non scattino dei bei bubboni familiari, perchè i denti sono più che avvelenati.
    Ti abbraccio forte forte
    4p

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.