LA MATASSA

E’ quella che tutti giorni ti trovi di fianco alla tazza della colazione.
Di solito è un foglio pieno di appunti, di telefonate da fare, di incombenze da sbrigare, di note da riferire e di appuntamenti.
E tutti i giorni cerchi di sbrogliare questa matassa, fatta di tante cose.
Cose che magari non sono nemmeno molto impegnative, ma che bisogna avere la voglia di fare.
Ed è la voglia che a volte manca, la stanchezza del dover sempre posticipare quello che di piacevole avresti da fare, per gli impegni noiosi che hai.
E una volta è la fila presso un ufficio, e una volta è la fila per una prenotazione e la volta dopo è l’attesa per un esame o un esito.
E una volta devi rincorrere un medico per un appuntamento, e ti devi ricordare gli appuntamenti tuoi e quelli di chi ti sta a fianco.
E quando arrivi a sera, tiri le somme, cancellando dal foglio quello svolto durante la giornata e aggiungi quello che dovrai svolgere il giorno successivo.
E così’ questa matassa non ha mai fine, e ti senti una novella Penelope del mondo 2.0

6 pensieri su “LA MATASSA

  1. Questa matassa ha il viziaccio, alcune notti, di piazzarmisi tra i neuroni e posso passare ore a cercare di sbrogliarla. Per poi ritrovarmela tra i piedi comunque la mattina seguente. Che fatica però!

  2. In questo periodo so bene che guaio siano le matasse intrecciate e conosco la difficltà del non trovare quel “capo” per iniziare a sbrogliarle….

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.