LE FRAGILITA’

Stamattina mi sento fragile,con le lacrime in tasca.
Stamattina tutto quello che esula da me, dal mio ombelico mi irrita, tutto quello che non gravita attorno al mio mondo mi disturba.
Sono pronta ad azzannare alla giugulare chiunque si metta di traverso.
L’esame dell’altra mattina mi ha destabilizzata. Ho provqto tanto dolore, ho pianto, ho pianto di dolore, di rabbia e di paura.
E l’infermiera che mi era a fianco ha capito la mia paura, l’ha sentita e si è attivata, nel suo piccolo credeva di dire una banalità, ma accompagnarmi in quel salottino di fortuna ricavato in un angolo dello studio, farmi sedere davanti ad una sedia che fungeva da tavolino, con un thermos di teà caldo, fette biscottate, miele, marmellata e biscottini. mi ha risollevato il morale, mi sono sentita accarezzata, mi sono sentita meno depressa.
Ci vuole poco e, questo poco, le donne sanno trovarlo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.