TIRIAMO LE SOMME

tiriamo le somme di un anno pesante, sempre in salita e con poche discese.
un anno cominciato con la ripresa del tumore del Ferrari, proseguiti con controlli a ritmo serrato e con poche notizie confortanti, un anno tutto con il fiato sempre sospeso ad ogni controllo e con un sospirone di sollievo che continua a mancare.
un anno pesante segnato anche dalla perdita di Anna, perdita che ha intristito ancora di più un anno triste e pesante per le perdite di persone care come quella di Matteo che ha pesato tanto, talmente tanto da farmi rientrare una settimana prima dalle vacanze.
un anno triste e pesante anche per la Cara Amica di Letture, che mi ha tenuta con il fiato sospeso per tantissimi giorni e mi ha fatta sentire impotente.
Un anno in cui la situazione politica e sociale del paese hanno contribuito tanto ad appesnatire ancora di più il fardello che a volte mi sento sulle spalle.
un anno in cui le belle notizie o le belle situazioni sono state minime fra cui il viaggio a Parigi con la Tata e la notizia riservata a me di inizio dicembre.
Ecco tutto questo è stato il 2013, spero, mi auguro di avere un 2014 con meno scossoni e più tranquillità.