MALEDETTA PRIMAVERA

Finalmente sei arrivata.

E  hai portato delle belle giornate di sole, di temperature gradevoli.

Hai portato la voglia di rimanere fuori, di pedalare, fra parchi e giardini senzap ensare a nulla.

Hai riportato un po’ sole e di umore meno nero.

Hai portato l’allergia, il prurito agli occhi che non da tregua, il pizzicore al naso, gli innumerevoli starnuti, la tosse, a volte anche qualche attacco di asma, l’orticaria e quel perenne senso di inquietudine che provocano tutti questi sintomi dell’allergia.

Benvenuta primavera, che doni una vita sulle montagne russe a noi allergici.

SCENDO A PATTI

Scendo a patti con me stessa, con il mio stomaco, con la mia fame e con le mie allergie.
Dopo mesi di regime alimentare per disintossicarmi dal nichel ho trovato, forse, il compromesso per poter mangiare quasi decentemente e normalmente.
Se oggi a pranzo mangio un piatto di pasta condita con il pomodoro, domani mangio in regime, se mangio a colazione una brioches con le noci, il giorno dopo si mangia a regime.
Difficoltà alimentari, allergie che portano a cambiare completamente lo stile di vita, ma con una piccola aggiustatina al tiro, riesco a barcamenarmi.
A proposito, ho mercanteggiato con la dermatologa l’assunzione del teà, nota bevanda dalla quale gli allergici al nichel dovrebbero, e sottolineo “dovrebbero”, tenersi alla larga: bevo il teà molto lungo e lasciando poco la bustina in infusione, ottengo una bevanda bevibile, senza dovermi poi grattare.
Scendo a patti, equilibrismi o bizantinismi alimentari.

I BIMBI SENZA LA LORO MAMMA

L’ ho abbandonato mezza giornata, non ce la facevo, si erano accavallati alcuni impegni.

LaFiglia aveva bisogno per l’imminente trasloco.

“Se non riesco ad andare io nel pomeriggio in farmacia, devi andare TU (inteso come Ferrari) al cup per la prenotazione, è urgente…”

“Non ti preoccupare….ci penso io..quando debbo fare il prelievo per oncologico?”

“Il 14, vedi un po tu se riesci a fartelo fare con lo stesso buco…”

“Stai tranquilla….”

Secondo voi quando deve fare il prelievo per l’anti citrullina?

Ma naturalmente il 14, ma non nello stesso presidio, in un altro.

Secondo voi cosa posso aver pensato, ma non detto, perchè mi sembrava di sparare sulal Croce Rossa?

Io che parlo di ninete per non soccombere all’esaustezza.

EN PLEIN

Ecco, questa mi mancava.

Ho avuto di tutto: bronchiti, influenze, tumori, chemio, radio, appendicectomia, storte, contusioni, rotture di legamenti e menischi.

Mal di schiena,torcicollo, cervicale.

Ma questa mi mancava.

La rottura del perone e lo scheggiamento del malleolo interno.

Ho fatto tombola.

E tutto per un monopattino, attezzo vietatissimo ai maggiori di 10 anni.

SONO UNA………

…giandona (persona che non si cura di sè stessa).

Sto facendo una cura di cortisone per un’infiammazione ad un tendine della spalla sinistra, già di per sè messo male.

Questa cura mi sta creando anche qualche problema a livello di riposo notturno, mal di stomaco e fame, tanta fame.

Questa cura, doveva essere coadiuvata da un po’ di riguardo per questa povera spalla tanto provata.

Niente, io questa mattina sono andata a fare la spesa grossa, e sapete tutti che i carrelli dei supermercati vanno dove pare a loro, guidarli è un’impresa, ho riempito 4 sporte fino al colmo, le ho caricate in auto e poi le ho scaricate a casa.

Secondo voi, adesso, in che condizioni è la mia spalla?