Archivi tag: inverno

IL VENTO FREDDO

Due giorni di luce, di sole, di cielo azzurro, sgombero da nebbia e nubi.

Un sogno.

Un vento freddo che spira forte, ma che pulisce l’aria e i pensieri.

Un vento freddo ed una luce chiara che invitano ad uscire, a camminare fra parchi, giardini, campi e lasciare andare i pensieri e tutto quello che va dietro ai pensieri.

Il vento teso e freddo che èulische e schiarisce le idee.

il vento freddo e buono che aiiuta a ridimensionare le situazioni.

Il vento freddo ed il cielo azzurro che tentano di riportare la normalità.

FINALMENTE IL SOLE

Diciamolo piano, forse è arrivata la primavera.
Non se ne poteva più di nebbia, pioggia e neve.
La temperatura è veramente gradevole e, con oggi, siamo già arrivati a 5, dico ben 5, giorni dietro fila di sole.
Facciamone conto, il domani non sappiamo cosa ci riserva.
L'umore sta lentamente migliorando, anche se adesso cominciano i momenti di volersi godere questo cambiamento di clima con calma, per assaporare tutto quello che di nuovo sta arrivando.
Si abbandonano i vecchi percorsi per il rientro a casa, si allunga il giro in macchina per passare in mezzo ai campi, si abbandonano le strade principali per le stradine di mezzo, le strade basse che permettono di immergersi nel verde dei prati e dei campi.
Si sta proprio bene, cominciano i pomeriggi nella piazza del paese con i bimbi, loro hanno tanta voglia di correre e giocare e noi abbiamo tanta voglia di stare fuori casa, di perdere quel colore ammuffitto rimediato in questo lungo inverno, abbiamo voglia di perdere quell'odore di chiuso che ci stiamo portando dietro da ottobre.
Diciamolo piano, ma sto bene, questo sole e questa temperatura mi fanno bene.
Diciamolo piano, ma sto buttando tutto il grigio inverno con i suoi pensieri grigi e bui alle spalle.
Ben vengano in futuro di pensieri pesanti,. ma saranno sempre meno, il tempo ci sta aiutando.

INDECISIONE

Volevo uscire.
Non volevo rimanere in casa.
Temevo che, rimanendo in casa, avrei dato sfogo alla mia rabbia.
Poi mi sono detta: "Ma perchè dovrei uscire con questo freddo? Tanto quello che mi occorre va bene anche se lo compero la prossima settimana".
Detto fatto, ho deciso, oggi poneriggio rimango in casa al caldo e la rabbia e il nervoso che ho dentro li metto da parte.
Non si meritano che io mi arrabbi per loro.
Qui è come buttare perle ai porci.

BRRRRR………

E’ decisamente finita l’estate, ma dal freddo che sento è già finito anche l’autunno.
Mi ha colta impreparata, impreparata mentalmente, non riesco a convincermi di dover indossare un golfino di lana, la mia mente si rifiuta, preferisco mettermi maglie di cotone una sopra all’altra, con il rischio di sembrare l’omino michelin e di avere freddo lo stesso.
Non mi rassegno, eppure prima o poi dovrò farlo.
E’ decisamente finita l’estate, anche il cambiare le fodere al divano è un segno, togliere le fodere estive allegre e solari e mettere quelle scure, da inverno è un chiaro segno dell’arrivo del freddo.
Aspetto ancora un po’ a mettere il trapuntino leggermente più pesante nel letto,
Non voglio arrendermi all’idea della fine dell’estate.